Il Web 2.0 e l'innovazione nella PA

"La vita è quello che ti succede mentre sei impegnato in altri progetti” (J.L.)

Archive for febbraio 2009

Azienda 2.0, quanto sei bella dentro?

with 7 comments


la comunicazione d’impresa tra nuove tecnologie e antiche suggestioni

 di  Marco Stancati

La rivoluzione digitale ha investito la comunicazione e l’ha obbligata a ripensarsi. L’interconnesione costante ha alterato alcuni ritmi comunicativi e il rapporto tra approfondimento, riflessione ed esternazione. I blog sono diventati quasi un’unità di misura dell’identità digitale delle persone e delle aziende. I social Network hanno spiazzato gli uomini di marketing: quello che si dice nelle comunità sulla rete può amplificare o distruggere una costosa campagna pubblicitaria e, soprattutto, può esaltare o danneggiare un prodotto, un servizio, l’immagine di un’azienda.

key_id304145_size480Anche nella comunicazione interna il modello trasmissivo mostra i suoi limiti, ma il passaggio a un più adeguato modello inferenziale turba i sonni di Ceo e Manager che si dichiarano convinti cittadini del Web 2.0 ma rimpiangono talvolta la filosofia esistenziale e comunicativa del Marchese del Grillo ([1]).

 Povero manager vissuto per anni su una certezza: ho più informazione dei miei collaboratori, quindi ho più potere. Internet all’esterno e la Intranet all’interno delle imprese hanno rivoluzionato la mappa del potere informativo in azienda, attraverso un processo di diffusione in tempo reale di dati, documenti, conoscenze. E il manager si trova a dover fare il suo vero mestiere, ma che raramente ha fatto finora: non più il dispensatore d’informazione ma il facilitatore dei processi di condivisione e d’implementazione del patrimonio di conoscenze in azienda. Il suo status gli sarà riconosciuto d’ora in avanti, in virtù della sua capacità di garantire la costante riorganizzazione della struttura che gli è affidata; riorganizzazione finalizzata al miglior servizio possibile ai clienti o agli utenti. E per far questo ha bisogno di flussi comunicativi bidirezionali, di una comunicazione interna senza soluzione di continuità con quella esterna.     >>>>>

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Written by Pietro Monti

23 febbraio 2009 at 12:14 AM

FORUM PA EXPO’09: uno speciale “Zoom Amministrare 2.0”

with one comment


forum_pa_expoQuest’anno il FORUM PA 2009 dedica un’intera sezione espositiva e congressuale ai servizi on line per i cittadini e al nuovo modo di concepire il servizio pubblico con uno speciale  Zoom Amministrare 2.0. 

Sono sicuro che non assisteremo, proprio su questo argomento, a passerelle rituali. ForumPA ci ha abituati a momenti alti ed importanti di riflessione ma forse, proprio sul 2.0, quest’anno sarà più difficile che riuscirà a farci portare a casa qualche elemento significativo di chiarezza. Le best practices ed il modo di presentarle saranno fondamentali.

Le idee, le riflessioni girano intorno ad una innovazione tecnologica nella PA tutta da cogliere, ambiguità da chiarire e prospettive sicuramente più che interessanti per la Pubblica Amministrazione che potrebbero consentire di accedere a strumenti innovativi, ridurre i costi e recuperare efficienza. Gli argomenti principali di riflessione sono i seguenti:

  • Creare portali di servizio realmente orientati al cittadino, progettati a partire dalla user experience con contenuti generati dagli utenti stessi;
  • convogliare i servizi di telecomunicazione su linee internet (VOIP), utilizzare la videoconferenza IP per comunicare meglio tra sedi diverse, utilizzare strumenti di messaggistica integrata, valorizzare la NetPresence;
  • ricorrere a soluzioni WEB 2.0. per avviare processi di coinvolgimento degli utenti, interazione orizzontale, inclusione sociale, produzione diffusa di contenuti e autogestione della qualità del dato. 

Leggi il seguito di questo post »

Written by Pietro Monti

18 febbraio 2009 at 1:15 PM

L’articolo 50-bis, “Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet”

leave a comment »


censuraIl Senato ha approvato il filtraggio dei siti con l’emendamento del senatore D’Alia. Alcune interpretazioni sostengono che se ad esempio un blogger dovesse invitare a disobbedire a una legge che ritiene ingiusta, i provider dovranno bloccarlo. Spesso i Blog sono veicolo di discussioni, di critiche, di confronto anche forte nei confronti dell’impianto giudiziario. L’emendamento approvato  può obbligare i provider a oscurare un sito se al suo interno dovessero essere promosse iniziative contrarie alle norme di legge. In pratica, secondo le interpretazioni che si stanno diffondendo in rete in queste ore, contestare una legge viene equiparato alle nefandezze di qualche scellerato su Facebook che inneggia allo stupro o ad azioni di terrorismo. Ma dal punto di vista tecnico cosa significa? (continua …)

Leggi il seguito di questo post »

Written by Pietro Monti

7 febbraio 2009 at 10:26 AM

WEB 2.0: un problema per la PA e quindi un’opportunità

with 4 comments


Autore: Marco Neri
p1121_web1vsweb2Il concetto di Web 2.0 è nebuloso ed è notorio che  se si chiede a dieci esperti diversi la definizione di web 2.0, si riceveranno sicuramente dieci differenti risposte. Per non essere da meno esprimo la mia, poco legata alla moda, al glamour, alla visibilità su internet e all’essere trendy.  Per me il web 2.0 è un concetto che viene da lontano, passa per i sistemi Enterprise, per la Service Oriented Architecture e rende quest’ultima più facile ed usabile. In buona sostanza è l’evoluzione naturale che dovrebbero avere tutti i sistemi informativi del  mondo ( e non è un caso che Microsoft, Google, IBM, Apple, Sun, Cisco ….. stiano investendo miliardi di dollari per dotarsi di piattaforme abilitanti alla massima interattività e facilità di utilizzo); fino ad ora infatti, l’informatica è stata fatta da informatici, usando terminologie informatiche, spesso obbligando le persone che usufruiscono dei sistemi informativi a strani virtuosismi mnemonici e pratici.

E’ pur vero che fino a che non c’era la banda larga, l’interattività e la usabilità erano un sogno che non ci potevamo permettere: si è incominciato a parlare di web 2.0 solo dopo che internet si è velocizzato. Ma ormai i tempi sono maturi. Le tecnologie del Web 2.0 si conoscono da anni ma solo ultimamente sono state usate in modo diffuso: sono convinto che può essere anche una ricetta anticiclica per uscire dalla crisi economica. Alcune teorie economiche famose, ma tornate di moda solo da poco, ci dicono che durante un periodo di boom si forma una riserva di invenzioni potenzialmente usabili che non vengono sfruttate dato che e’ tanto piu’ facile continuare a sfornare prodotti noti, provati, lucrosi. La mancanza di innovazioni applicative durante gli anni di boom dovrebbe essere considerata come la causa della fine dello stesso boom e del processo che conduce alla recessione ed alla depressione. Si ricorre all’ innovazione come ultima risorsa, quando ci si trova al punto piu’ basso della depressione, e l’onda di innovazioni crea nuovi settori industriali e fornisce l’impulso per uscire dalla depressione. (continua)

Leggi il seguito di questo post »

Written by Pietro Monti

3 febbraio 2009 at 9:29 PM