Il Web 2.0 e l'innovazione nella PA

"La vita è quello che ti succede mentre sei impegnato in altri progetti” (J.L.)

Posts Tagged ‘e-gov

Processo all’OpenGov: dalle parole ai fatti?

with one comment


Social media Week Romana

Social Media Week di Roma dal 7 al 11 febbraio

Vorrei segnalarvi un evento di sicuro interesse nell’ambito della Social Media Week romana. Il tema è quello dell’Open Gov. e si svolgerà il 10 Febbraio, presso la Sala Degli Specchi di Palazzo Giannelli, dalle 10.00 alle 12.00. Si tratta di un incontro/dibattito dal titolo “Processo all’OpenGov: dalle parole ai fatti?“, nel corso del quale si farà il punto su questa importante tematica grazie ad un confronto tra Istituzioni e mondo economico.

L’incontro, organizzato dall’Associazione Italiana per l’Open Government, vedrà la partecipazione di alcuni tra i più importanti esperti nazionali, oltre ai rappresentati del mondo istituzionale ed economico.

In molti paesi con una tradizione di E-Gov più consolidata, i cittadini hanno già accesso a molti dati pubblici. Da quei dati, ora che possediamo strumenti in grado di interpretarli e metterli in relazione, discende una nuova forma di cittadinanza e di democrazia e la creazione di nuovi mercati.

Un numero crescente di governi sta comprendendo le opportunità di far leva sull’innovazione e sulla diffusione delle informazioni e della conoscenza, approfittando proprio della crisi economica globale.

L’Italia non rientra ancora tra i Paesi che hanno impostato una strategia unitaria e sistematica in materia di Open Gov, sicuramente a causa di difficoltà di ordine normativo (anche il nuovo CAD è piuttosto carente in merito), ma anche per resistenze culturali.

Nel corso dell’incontro, che vedrà la partecipazione di autorevoli esponenti delle istituzioni, saranno affrontate le cause che frenano l’adozione di politiche Open nel nostro Paese e si proverà a proporre soluzioni operative per passare, appunto, dalle parole ai fatti.

Tra i relatori che hanno già confermato la loro adesione:

 · Ernesto Belisario, Presidente Associazione Italiana per l’Open Government

· Stefano Costa, Coordinatore di Open Knowledge Foundation Italia

· Davide Giacalone, Presidente Agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’Innovazione

· Monica Lucarelli, Presidente Giovani Industriali di Roma

· Carlo Mochi Sismondi, Presidente ForumPA

· Guido Scorza, Presidente dell’Istituto per le Politiche sull’Innovazione

· Stefano Epifani, Direttore Associazione Italiana per l’Open Government

 L’incontro sarà moderato da Alessio Jacona. Per favorire il dibattito ampio spazio sarà dato agli interventi dal pubblico.

Annunci

Written by Pietro Monti

7 febbraio 2011 at 12:29 PM

INAIL – L’Innovazione tecnologica e metodologica al servizio del mondo del lavoro

with 4 comments


Questo articolo è dedicato alla “Convention” della Consulenza per l’Innovazione Tecnologica (CIT) e della Consulenza Statistica Attuariale dell’INAIL  (Roma – 15-16-17/04/2009). Vi prego di non considerarlo un resoconto fedele per tre semplici ragioni: 1) perché non vuole essere una cronaca (non ero neanche presente a tutti gli interventi); 2) perché citerò solo le cose che mi hanno fatto riflettere, forse neanche le più importanti per le finalità dell’evento; 3) perché questo è un Blog personale e non un “sito ufficiale” e quindi …   😉 . Ovviamente ogni commento, proprio perché è un Blog, è auspicato e sarà il benvenuto.

La tavola rotonda, moderata da Marco Stancati, è stato un bel momento di confronto a cui hanno partecipato tutte le Direzioni Centrali coinvolte dalle tematiche del convegno: Organizzazione, Sistemi Informativi, Prestazioni, Contarp, Rischi, Sovraintendenza Medica, Prevenzione, Direzione Regionale Lazio.
Le “sollecitazioni” di Stancati nel corso della tavola rotonda si riassumono così: siamo pronti per gestire uno scenario di servizi in rete nel quale l’utente non è più un utente passivo ma un protagonista? Un soggetto che concorre a creare informazioni, contenuti e perfino, esso stesso, servizi?  Riusciamo a fare i conti con una  comunicazione in rete che non possiamo controllare e che non si muove più sui soliti schemi dentro-fuori? (“Impresa 4.0” [1])? Riusciamo a misurare la soddisfazione di un utente che non si basi più solo sugli schemi prefissati di un questionario?  Riusciamo a percepire che, nei servizi in rete, alcuni concetti come “reputazione” sono diventati elementi di tipo organizzativo?
A queste aggiungo le mie considerazioni: la “reputazione” non è più solo un elemento di tipo etico, morale e sociale e neanche un elemento legato solo all’immagine aziendale. >>> Leggi il seguito di questo post »

Formazione, “benessere-organizzativo”, comunicazione ………..

leave a comment »


Recensione del libro: “Comunicazione Pubblica 2.0 – Tecnologie, linguaggi, formati (a cura di Lovari A., Masini M.)

 …e poi basta co’ sti’ blog e le fesserie 2.0 comuniste (2.0=social=comunista) con più scrittori che lettori (e poi ci tocca fa’ le centrali atomiche per tenere in piedi tutti sti’ CED)!

lovari-libroQuesta battuta, che cerca di essere spiritosa, viene da un mio carissimo amico, un profondo conoscitore del mondo dell’informatica nelle sue più remote sfaccettature tecniche e nei suoi aspetti più strategici di business.  In realtà, anche se dalla battuta non si direbbe (è un ovvio paradosso), basta conoscerlo per sapere che proprio lui ha più a cuore di me i principi di riferimento del 2.0, con tutta la laicità, il disincanto e l’intelligenza che contraddistingue la sua persona.
Però quella battuta gira molto tra gli addetti ai lavori, tra coloro che normalmente identifichiamo come i progettisti e gli architetti di servizi  informatici.
Il libro che voglio presentare lo dedico a lui, non perché avrebbe bisogno di leggerlo più di altri, (anche se male non gli farebbe), tutt’altro. Lo dedico a lui perché con la sua battuta mi ha ricordato ancora una volta qual è la realtà di molti “addetti ai lavori”, di molti di coloro che conducono il gioco del business delle forniture informatiche e dei grandi progetti nella Pubblica Amministrazione.

Il libro è un testo curato da Alessandro Lovari, dottorando di ricerca in Scienze della Comunicazione presso Sapienza Università di Roma e tecnico della comunicazione pubblica e istituzionale presso l’Università degli Studi di Siena e da Maurizio Masini, ricercatore presso il dipartimento di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Siena, esperto in progettazione di prodotti multimediali per la comunicazione.

Si tratta di una raccolta di saggi frutto di un ciclo di seminari organizzato dall’Università di Siena secondo un modello formativo originale nei contenuti e nelle modalità di erogazione. Lo scopo è quello di conoscere e comprendere come web 2.0, social network, multicanalità e multimedialità stiano cambiando la comunicazione pubblica. Leggi il seguito di questo post »

Written by Pietro Monti

12 marzo 2009 at 7:27 AM

FORUM PA EXPO’09: uno speciale “Zoom Amministrare 2.0”

with one comment


forum_pa_expoQuest’anno il FORUM PA 2009 dedica un’intera sezione espositiva e congressuale ai servizi on line per i cittadini e al nuovo modo di concepire il servizio pubblico con uno speciale  Zoom Amministrare 2.0. 

Sono sicuro che non assisteremo, proprio su questo argomento, a passerelle rituali. ForumPA ci ha abituati a momenti alti ed importanti di riflessione ma forse, proprio sul 2.0, quest’anno sarà più difficile che riuscirà a farci portare a casa qualche elemento significativo di chiarezza. Le best practices ed il modo di presentarle saranno fondamentali.

Le idee, le riflessioni girano intorno ad una innovazione tecnologica nella PA tutta da cogliere, ambiguità da chiarire e prospettive sicuramente più che interessanti per la Pubblica Amministrazione che potrebbero consentire di accedere a strumenti innovativi, ridurre i costi e recuperare efficienza. Gli argomenti principali di riflessione sono i seguenti:

  • Creare portali di servizio realmente orientati al cittadino, progettati a partire dalla user experience con contenuti generati dagli utenti stessi;
  • convogliare i servizi di telecomunicazione su linee internet (VOIP), utilizzare la videoconferenza IP per comunicare meglio tra sedi diverse, utilizzare strumenti di messaggistica integrata, valorizzare la NetPresence;
  • ricorrere a soluzioni WEB 2.0. per avviare processi di coinvolgimento degli utenti, interazione orizzontale, inclusione sociale, produzione diffusa di contenuti e autogestione della qualità del dato. 

Leggi il seguito di questo post »

Written by Pietro Monti

18 febbraio 2009 at 1:15 PM

The Blogging Revolution

leave a comment »


Ho trovato in rete questo interessante rapporto del Prof. David C. Wyld Maurin Professor of Management e Director of Strategic e.Commerce/ e-Government Initiative presso la Southeastern Louisiana University del Luglio 2007 sulla diffusione dei blog nella Pubblica Amministrazione. Si tratta di uno studio commissionato dal Centro di competenza per la Pubblica Amministrazione di IBM che esamina gli utilizzi e i benefici di network sociali e blogging nel Settore Pubblico: “The Blogging Revolution: Government in the Age of Web 2.0“. Sono passati quasi due anni da quando è stato pubblicato negli USA eppure mantiene, soprattutto per l’Italia, un significativo valore di attualità. Il rapporto descrive dettagliatamente le attività di blogging di membri del Congresso, governatori, sindaci, dipartimenti di polizia e vigili del fuoco, e fornisce importanti chiarimenti sulla modalità di utilizzo del blogging all’interno degli enti pubblici per migliorare le comunicazioni interne e velocizzare il flusso delle informazioni. Il rapporto valuta inoltre il fenomeno del blogging nelle istituzioni e nelle grandi imprese americane con un’indagine sui top executive che lo utilizzano, esaminandone le potenzialità e le implicazioni. Nel rapporto si parla di “Corporate Blogging”, di “ROI of Blogging”, del “Blogging and internal Communications/Operations” ed un’interessante monitoraggio dei moltissimi “blog istituzionali” ovvero quei Blog gestiti da figure di riferimento per le istituzioni. C’è anche un interessante schema con le 10 raccomandazioni fondamentali per la gestione di un Blog in un contesto di E-Gov.

Il Web 2.0 è caratterizzato dall’aumento di contenuti generati dagli utenti su Internet, un ambiente in cui non è più necessario preoccuparsi degli aspetti tecnici dell’informatica. Il rapporto di Wyld è un’istantanea delle prime fasi di Web 2.0, in cui il fenomeno del blogging non è altro che una delle tecnologie più pubblicizzate per creare network sociali. Wyld si sofferma su altre tecnologie Web 2.0, come la creazione di siti wiki – dove migliaia di utenti collaborano congiuntamente per creare contenuti. Vengono illustrate diverse implementazioni di “situazioni ed identità virtuali” e social network tra cui quelle del mondo accademico con circa 100 università che utilizzano Second Life per condurre seminari on-line oppure i casi di società che lo utilizzano per condurre riunioni ed alimentare sinergie interne. E’ evidente che sull’ argomento Second Life si percepiscono in pieno i due anni ed i limiti di una visione datata del rapporto.

Per chi volesse visionarlo nella sua forma integrale questo è il documento originale oppure potete visionare le slide di presentazione del rapporto.  Buona lettura.

——————————————————————————
Manda questo post ad un amico » – OKNotizie

Written by Pietro Monti

23 gennaio 2009 at 7:56 PM

Pubblicato su Articoli generali, blog, web 2.0

Tagged with , , ,